Corso di fotografia analogica e camera oscura

Corso di FOTOGRAFIA ANALOGICA e CAMERA OSCURA a cura di Filippo Bardazzi
adulti
dal 14 ottobre al 16 dicembre
il venerdì dalle 20.30 alle 23.30

300 euro

È convinzione diffusa che la rivoluzione digitale abbia di fatto soppiantato la fotografia analogica,
relegandola a un'attività per snob e nostalgici. La realtà è invece ben diversa: la pellicola è viva e da
qualche anno si assiste anzi a un continuo e progressivo ritorno di interesse verso di essa, complici
anche i bassi costi degli apparecchi “vintage” sul mercato e la resa finale delle immagini.

In questo laboratorio intensivo di 20 ore andremo alla scoperta di un'idea di fotografia ben più “artigianale” della sua evoluzione digitale e affronteremo le tecniche base per lo sviluppo e la stampa bianco e nero in camera oscura. Approfondiremo il funzionamento della macchine analogiche e le pratiche di utilizzo delle diverse tipologie di pellicole e dei chimici specifici per ciascuna fase di sviluppo. Questo il programma completo del corso:

LEZIONE 1
Introduzione alla fotografia analogica - La pellicola
Perché scegliere la fotografia analogica. La pellicola: metodo positivo-negativo, sensitometria, densità del negativo e tipi di pellicole.
2 ORE

LEZIONE 2
Lo sviluppo
Che cosa significa sviluppare una pellicola: i materiali e le tecniche. Prima prova pratica di sviluppo
3 ORE

LEZIONE 3
Prova pratica di sviluppo II
3 ORE

LEZIONE 4
La stampa: teoria e pratica di base (rayogrammi e provini a contatto)
Dal negativo alla stampa su carta. L’attrezzatura necessaria e il comportamento della carta
fotosensibile.
3 ORE

LEZIONE 5
Prova pratica di stampa I
3 ORE

LEZIONE 6
Prova pratica di stampa II
3 ORE

LEZIONE 7
Tecniche avanzate di stampa
Chimigrammi, solarizzazioni e altre tecniche in camera oscura.
3 ORE

Il corso si rivolge a chi possiede già una minima conoscenza della fotografia digitale e una macchina fotografica a pellicola di qualsiasi tipo. A lezione saranno forniti tutti i materiali di consumo per la camera oscura (chimici, carta fotografica) e saranno messe a disposizione alcune tank per lo sviluppo (di cui si raccomanda comunque l'acquisto per migliorare la pratica anche in autonomia).


Filippo Bardazzi (Prato, 1987) è giornalista e fotografo, parte del collettivo di fotografia documentaria
SooS Chronicles. Al centro dei suoi lavori è il rapporto tra uomo e ambiente, con un interesse specifico
verso i cambiamenti che coinvolgono passato e presente. Le sue immagini sono apparse su riviste italiane
e internazionali (D – La Repubblica, Gente, La Stampa, Newsweek,Financial Times, Courrier
International) e hanno ottenuto premi e riconoscimenti in numerosi festival in Italia e all’estero (Premio
Pesaresi, Rovinj Photodays, Atkins CIWEM – London, Photo Kathmandu, Riga Photomonth, Athens
Photo Festival, Verzasca Foto Festival). Parallelamente all’attività editoriale è docente di
Documentazione Fotografica alla Libera Accademia di Belle Arti di Firenze e insegnante di fotografia
analogica e camera oscura per diverse realtà pubbliche e private. Nel 2016 è tra i soci fondatori
dell’associazione culturale Sedici.
www.filippobardazzi.it

Per info e iscrizioni bardazzi.filippo@gmail.com